Mille Miglia in Umbria, per la Squadra Corse TT un ruolo da protagonista




Un inizio settimana “pieno” per la Scuderia Traguardo di Amelia che sarà impegnata per la seconda tappa della rievocazione storica della Mille Miglia, tappa che percorrerà le strade dell'Umbria e del Lazio. E' in effetti la “Squadra Corse TT” dove TT sta per Traguardo-Taruffi a far da "motore". Una terza “T”, nel caso in ispecie potrebbe essere aggiunta ed è quella di Tinarelli, RinaldoTinarelli il “mago dei motori”, l’amerino che col fratello Alfredo, è ad Amelia sinonimo di motori.
E’ ormai una tradizione quella che vuole la Scuderia amerina impegnata per la Mille Miglia, la rievocazone storica della grande corsa automobilistica che vedeva bolidi percorrere le strade della penisola in una gara unica. Il 16 maggio, giovedì, per la Mille Miglia sarà la giornata che avrà come scenario l’Umbria ed il Lazio e quindi vedrà in prima fila gli amerini della Traguardo, il loro museo storico (alla manifestazione due vetture porteranno i loro colori) che fa parte della rete museale umbro-laziale.
Si concentrerà soprattutto su Assisi l’impegno della Squadra Corse TT. Con un prologo previsto per lunedì 13 maggio, quando nella sala del consiglio comunale sarà presentato il secondo volume dell’opera di Fabio Di Pasquale “Cronaca della corsa più bella del mondo”, relativo agli anni che vanno dal 1947 al 1957. L’ultimo anno in cui la competizione si disputò.
Giovedì 16, le auto storiche della Mille Miglia provenienti dalle “prove speciali” allestite a Gualdo Tadino, attraverseranno Assisi e quindi scenderanno verso Santa Maria degli Angeli. Qui è previsto il conferimento, a curta della Squadra Corse TT,  a tre equipaggi: quello che sarà a bordo della vettura Ermini Tinarelli 110 sport del 1948 numero 148, composto da Maria Gaburri e Benedetta Gerosa. La Ermini-Tinarelli è una vettura fuoriserie fu motorizzata da Rinaldo. Premio anche per Franca Boni, la figlia dell’ex sindaco di Brescia che volle il ritorno della Mille Miglia, e la sua compagna di gara Monica Barziza le quali saranno a bordo di Lancia Aprilia 1500 del 1949.
La Ermini-Tinarelli e la Lancia Aprilia, iscritte dalla Scuderia Brescia Corse portano i colori della Squadra Corse TT, che sarà presente con due “support car” che faranno da scorta alle due preziose auto storiche.
Non poteva mancare un premio per Prisca Taruffi, figlia dell'ultimo vincitore della Mille Miglia Piero Taruffi,che insieme a Savina Confaloni sarà sull’Alfa Romeo 1900 Super Sprint Touring del 1956 riconoscibile dal numero 237.
Ai tre equipaggi saranno consegnati anche i titoli di Cavalieri del Millennio per la Pace dei Popoli.
Non si è perso di vista, comunque, da parte della Squadra Corse TT, il compito di rappresentante di un territorio e di un’associazione di musei dell’Umbria e del Lazio di cui l’intera manifestazione propone la conoscenza di tipicità e prodotti esclusivi.
Da Santa Maria degli Angeli, a completare il “diario umbro” della Mille Miglia 2019, le 480 vetture partecipanti raggiungeranno Ponte San Giovani e quindi Perugia dove sfileranno in corso Vannucci sede di una postazione di Controllo a timbro.
La Mille Miglia proseguirà per Solomeo, Capanne, Castel del Piano, San Martino in Colle, San Martino in Campo, innesto E 45 in direzione Todi dove sono previste altre “prove speciali” per proseguire verso Terni, Rieti e concludere a Roma la 2^ tappa.
La consegna del premio della Squadra Corse Traguardo TT avrà una replica il giorno 17, durante la terza tappa della Mille Miglia, a Montefiascone, proprio per ribadire la collaborazione nata con la costituzione della rete museale umbro-laziale.



Commenti