13 luglio 2018

Terni, tagliate le corse autobus: protesta Federconsumatori

TERNI, 13 lug- Non sarà un record ma il sindaco di Terni viene subito interessato ad un problema che coinvolge, creando loro non pochi disagi, numerosi cittadini e soprattutto i più anziani: i tagli alle linee urbane dei bus.
A chiedere un suo intervento, oltre a quello dell’assessore competente, Benedetta Salvati, e quello del direttore regionale di Bus Italia, Velio Del Bolgia, è la Federconsumatori di Terni, che scrive
a tutti e tre per «rappresentare il disagio dei cittadini» che numerosi si sono rivolti all’associazione segnalando la «mancanza di numerose corse, soprattutto quelle verso la periferia».
Per l’associazione a tutela dei consumatori le problematiche sono diventate evidenti soprattutto dopo la decisione di anticipare l’ingresso dell’orario estivo – in cui è previsto un numero minore di corse ndr – e prolungarne la durata, senza avvertire adeguatamente l’utenza.
 «Inizialmente – commenta Franco Todaro, presidente Federconsumatori Terni – l’azienda aveva annunciato, sul proprio sito, che l’orario estivo sarebbe stato applicato nello stesso periodo degli anni passati, e cioè dal 16 luglio al 25 agosto. Invece lo si ha esteso dal 2 luglio all’11 settembre, gettando tanti cittadini nel disorientamento più totale. Tale decisione – prosegue – è stata infatti assunta con una delibera emessa dal Comune nell’ultimo giorno di carica del commissario Cufalo, e pochissime persone hanno avuto modo di venirne a conoscenza».
Certo, le corse e le linee più frequentate sonno quelle per gli studenti, ma non è che in periodo di vacanze scolastiche la gente di Terni non lavori, non debba recarsi in centro per spese e pratiche amministrative o magari, nel caso di anziani, per ritirare la pensione o andare in farmacia.
Todaro contesta anche ladecisione di ridurre le corse dei bus anche dal punto di vista ambientale.  «La scelta di prolungare il periodo che conta un minor numero di corse di bus  – afferma – è in aperta contraddizione con ciò che andrebbe fatto per affrontare le note problematiche di inquinamento di Terni, che vedono tra i principali imputati l’eccessivo traffico veicolare, riducibile in maniera adeguata solo tramite una efficiente e capillare mobilità pubblica».

Nessun commento:

Posta un commento

Dalla Regione Umbria centomila euro per gli oratori

PERUGIA, 17 ago - La Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alla salute, alla coesione sociale e al welfare, Luca Barber...