04 giugno 2018

I Sibillini come “Parco della Ricostruzione”

Ripensare in modo più efficace e razionale i flussi turistici post sisma: se ne è parlato a Pieve Torina durante un incontro sulla Carta Europea del Turismo Sostenibile cui hanno partecipato diversi amministratori locali. L’incontro è stato promosso dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini sul tema Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS), ossia sulle strategie post sisma di sviluppo del sistema turistico del Parco.
 
Erano presenti oltre ai vertici dell’Ente alcuni amministratori comunali tra cui il Sindaco ospitante, Alessandro Gentilucci, il Sindaco di Montemonaco, Onorato Corbelli, il vicesindaco di Norcia, Luigi Altavilla, un rappresentante del Comune di Bolognola, Stefano Bertinat. Dagli amministratori locali si è levata una comune esigenza di sviluppare strategie integrate di promozione e rilancio del territorio: di certo lavorando sull’incremento della ricettività ma anche sulla destagionalizzazione nonché sul bisogno di sostenere il lavoro di chi vuol rimanere. “Tutte idee su cui stiamo lavorando e che affineremo insieme agli stakeholders nelle prossime settimane” ha concluso il presidente del Parco, Oliviero Olivieri, annunciando la prosecuzione degli incontri sulla CETS nel mese di giugno, sia in comuni del Parco del versante umbro che di quello marchigiano.

Nessun commento:

Posta un commento

Coldiretti Umbia: Berioli presidente dell'Associazione Pensionati

“L’anima vera del mondo agricolo, sta nei profondi valori che esso riesce a trasmettere”: queste le prime parole di Roberto Berioli di Mag...

Post più popolari di sempre