23 maggio 2018

Per tre giorni Otricoli torna ad essere "Ocricolum" città romana


OTRICOLI – 23 mag. - Tre giorni dedicati a chi ama la storia, a chi vuole portare i bambini a divertirsi imparando, a chi vuole assaggiare i piatti dell’antica Roma o, semplicemente, staccare la spina e godersi la cornice del Parco Archeologico di Ocricolum. Torna dal 25 al 27 maggio "Ocricolum Ad 168" giunto alla sesta edizione.
Nell'anno 168 d.C. imperatore di Roma era Marco Aurelio e Ocriculum era un prospero municipio ai confini di Roma.

Immersi in questo scenario sarà facile imbattersi nella quotidianità di un cittadino romano o di un legionario che gioca coi dadi, nella furbizia di un mercante che cerca di vendere le sue mercanzie o nelle fatiche e il sudore di uno schiavo ai remi di un’imbarcazione al Porto agli ordini del suo arrogante padrone. Oltre alle scene di vita del municipio, ci saranno degli appuntamenti rievocativi: quali i ludi ginnici, i riti, le danze antiche accompagnate da musici e soprattutto la ricostruzione di un intero porto fluviale.
Ad Ocricolum sembra si venerasse una divinità antichissima: la dea Valentia⇨. La stessa dea che pare, sia il nome segreto della stessa Caput Mundi. Quest’anno la rievocazione, prendendo spunto dalle fonti, proporrà un rito dedicato a questa dea, di fronte all’interno di un “lucus”, un boschetto sacro dedicato proprio alla Dea. _
Tre giorni ricchi di appuntamenti, comunque: conferenze, ma anche enogastronomia che - se da un lato ricostruisce quattro ambienti storici come una popina, la tavola fredda romana. il thermopolium, la tavola calda e due mense, quella agricola e quella dei cacciatori con tanto di assaggio di quaglie allo spiedo - vedrà dall’altro proporre i cibi della tradizione umbra presso la “Locanda dell’antica Basilica” posto su un terrazzamento affacciato verso la splendida valle del Tevere.

Nessun commento:

Posta un commento

Dalla Regione Umbria centomila euro per gli oratori

PERUGIA, 17 ago - La Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore alla salute, alla coesione sociale e al welfare, Luca Barber...