17 aprile 2018

Sanità Orvieto, una puntura di vespa diventa un problema

ORVIETO - Se abiti a Orvieto una puntura di vespa può diventare un problema. O almeno questo è ciò che denuncia il segretario dello Spi-Cgil di Terni, Luigino Mengaroni , il quale spiega: "Dopo essere andati all’ospedale di Orvieto per una prima diagnosi, occorre recarsi al centro antiallergico dell’ospedale di Perugia, dove vengono effettuati tutti i test e approfondita la diagnosi. Da qui,
ottenuto un pronunciamento medico definitivo per un fatto, ricordiamolo, estremamente comune come la puntura di un insetto, si può finalmente fare ritorno all’ospedale orvietano, dove è possibile ordinare i farmaci necessari. Ma le assurdità continuano".
"Arrivato il vaccino – prosegue Mengaroni – il malcapitato punto da una vespa deve infatti recarsi di nuovo all’ospedale di Perugia, abilitato a iniettare il siero. Un viaggio sanitario che si dovrà per giunta ripetere più volte nel corso delle settimane".
Non sarà ora che l'Asl 2 si attRezzi perché il pronto intervento possa essere assicurato anche dall'ospedale di Orvieto?",  si chiede Mengaroni.

Nessun commento:

Posta un commento

Coldiretti Umbia: Berioli presidente dell'Associazione Pensionati

“L’anima vera del mondo agricolo, sta nei profondi valori che esso riesce a trasmettere”: queste le prime parole di Roberto Berioli di Mag...

Post più popolari di sempre