26 aprile 2018

Amelia: la banda non può suonarla, Bella Ciao diffusa coi manifesti



Spi-Cgil e Anpi di Terni all'attacco contro l'amministrazione comunale (di centro-destra) di Amelia. "Alla banda musicale Città di Amelia - affermano -  è stato ordinato dall’Amministrazione comunale di modificare la tradizionale scaletta musicale celebrativa del 25 aprile impedendo così l’esecuzione di “Bella Ciao”, 


l’inno più importante e rappresentativo della Resistenza". Spi-Cgil di Terni e Anpi fanno sapere che nei prossimi giorni affiggeranno nel Comune di Amelia alcuni manifesti con il testo del celebre canto partigiano. «Lo facciamo per ricordare le tante donne e uomini che con il sacrificio della vita hanno garantito a tutti noi la libertà – commenta Luigino Mengaroni, segretario generale Spi Cgil Terni. La decisione del Sindaco di Amelia – prosegue – è davvero grave e ci lascia sconcertati. Ciò che è avvenuto costituisce un insopportabile tentativo di rovesciare la storia".


Nessun commento:

Posta un commento

Coldiretti Umbia: Berioli presidente dell'Associazione Pensionati

“L’anima vera del mondo agricolo, sta nei profondi valori che esso riesce a trasmettere”: queste le prime parole di Roberto Berioli di Mag...

Post più popolari di sempre